0
  • Nessun prodotto nel carrello.
0
  • Nessun prodotto nel carrello.

Massa magra e massa grassa: come si studia la composizione corporea

Massa magra e massa grassa: come si studia la composizione corporea

Quando si tratta di forma fisica il peso non è l’unico parametro da prendere in considerazione: la conoscenza della nostra composizione corporea ci mette a disposizione molte più informazioni, a partire dalla quantità di massa magra e di massa grassa che si nasconde dietro al numero indicato dalla bilancia.

Infatti non tutti i chili sono uguali. Quelli che corrispondono ai muscoli sono chili desiderabili che bruciano energia, mentre quelli fatti di massa grassa rappresentano un tessuto che contribuisce poco al metabolismo basale e che può portare con sé conseguenze negative per la salute.

Ma come si misurano massa magra e massa grassa?

I limiti del BMI

Uno dei parametri più utilizzati per valutare il sovrappeso è l’indice di massa corporea, noto anche come BMI (dall’inglese Body Mass Index).

Calcolato dividendo il peso per il quadrato dell’altezza, si tratta di un buono strumento per studi a livello di popolazione, ma non fornisce informazioni sulla massa corporea.

Ciò significa che a parità di BMI potrebbero essere presenti più muscoli o più grasso; per questo per valutare la composizione corporea è necessario affidarsi ad altri strumenti.

Circonferenze, pliche e bioimpedenziometria

Un primo, semplice, approccio alla valutazione della composizione corporea è la misurazione delle circonferenze a livello di vita e fianchi, due punti critici a livello dei quali può depositarsi la massa adiposa.

Ma per ottenere una vera e propria stima della percentuale di massa grassa è necessario misurare anche le cosiddette pliche (bicipitale, tricipitale, soprailiaca e sottoscapolare) mediante un apposito strumento, il plicometro.

Inoltre, combinando la misurazione della plica tricipitale con quella della circonferenza del braccio è possibile calcolare l’area muscolare del braccio, che a sua volta fornisce una stima della massa magra.

Infine, grazie alla bioimpedenziometria è possibile ottenere stime della massa grassa, della massa magra e della quantità di acqua.

Attenzione, però: le misurazioni devono essere fatte da un esperto con apparecchi opportuni, ben più sofisticati rispetto alle bilance pesapersone pensate per uso domestico.

Migliorarsi con esercizio e nutrizione

L’analisi della composizione corporea potrebbe svelare la presenza di insospettati accumuli di grasso.

Un’adeguata attività fisica, abbinata a un’altrettanto adeguata alimentazione, possono aiutarci a ridurli, migliorare la nostra forma fisica e nutrire correttamente la nostra massa magra.

Scopri come farlo grazie alle proprietà di prodotti di qualità come BeOn Sport!